06/07/2021 TRIESTE – LA CARRA’ “METTE D’ACCORDO” DIPIAZZA E BANDELLI || E se Raffaella Carrà riuscisse, se pure per poco, a far deporre l’ascia di guerra fra il sindaco Roberto Dipiazza e Franco Bandelli?
I due, si sa, da tempo poco si pigliano; da quando quello che molti consideravano il delfino politico dell’attuale (e allora sindaco) cadde in disgrazia presso il centro destra, è tutta “un’onta e una sponta” su questa o su quell’altra faccenda.
Oggi però, in contemporanea, Dipiazza e Bandelli sono usciti con due importanti tributi nei confronti dell’icona della migliore televisione possibile, scomparsa ieri poco dopo aver compiuto 78 anni. “Desidero anch’io rivolgerle un semplice e sentito pensiero ricordando il suo amore per la vita e per la libertà, in particolare per quella popolare canzone, “Tanti auguri”, con quel particolare ritornello “Com’è bello far l’amore da Trieste in giù” ha fatto e fa ancora cantare milioni di italiani”, scrive il sindaco. Bandelli va oltre, sempre partendo da quel brano.
Si sa quanto Trieste sia fin troppo cauta nelle intitolazioni, per ragioni le più varie. In questo caso, forse, si potrebbe essere tutti d’accordo. Nel nome del sorriso, della leggerezza, chissà persino della riconoscenza nei confronti di un’artista che è stata, da subito, una di noi, una “mula de gita” che, è testimonianza di queste ore, ha lasciato un segno intergenerazionale non da poco. (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(PMHFLmDpM_8)finevideoid-categoria(tg)finecategoria