27/08/2021 – Una piattaforma regolerà gli ingressi del personale scolastico, le persone fragili non dovranno sottoporsi al tampone: sono le novità in merito alla riapertura dell’anno scolastico emerse, assieme ad altre problematiche, nelle ultime ore. || Lunedì, un incontro con i prefetti dedicato al trasporto pubblico, consentirà di completare il mosaico in cui si è trasformata la riapertura dell’anno scolastico. Dal Ministero, intanto, sono arrivate due notizie importanti.Al momento, in buona sostanza, per garantire un inizio regolare delle lezioni, la Regione lavora, oltre che sui trasporti, lavora su altri due fronti.Vi è poi, niente affatto secondario, l’ambito sanitario.A livello nazionale, sottolinea l’assessore Rosolen, il Ministero molto ha lavorato, in questi mesi, per garantire le nomine del personale scolastico necessario; le questioni più strettamente collegate alla pandemia riguardano anche un fronte sindacale.La Regione, in tal senso, ha decisamente giuocato d’anticipo, consapevole se vogliamo dell’imprevedibilità dell’evolversi della situazione.Intanto, si deve registrare il timore espresso da Teresa Tassan Viol, responsabile regionale dell’Associazione nazionale Presidi, che, a causa del Green Pass, crescano le richieste di congedi per motivi di salute, sindacali, o di aspettative. In ogni istituto, registra Tassan Viol, vi sarebbe una quota di personale non in regola con i vaccini, sufficiente a provocare disservizi. – Intervistati ALESSIA ROSOLEN (ASESSORE REGIONALE ALL’ISTRUZIONE) (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(xefQefJdT-c)finevideoid-categoria(tg)finecategoria