07/09/2021 TRIESTE – Diventa sempre più concreta, l’ipotesi circolata già sabato mattina in via Carducci poco dopo la sparatoria tra clan di operai kosovari, che entrambe le famiglie fossero armate di pistole. Sentiamo la seconda parte della nostra intervista al membro del clan di San Vito. – Intervistati MARIO (FAMIGLIA KOSOVARA S.VITO) (Servizio di Marco Stabile)


videoid(sKe6wj3Siz4)finevideoid-categoria(tg)finecategoria