09/09/2021 TRIESTE – Ultima uscita di Stefano Pace quale sovrintendente del teatro Verdi, per presentare l’attività del teatro programmata fino alla fine del 2021. Andrà a dirigere il Teatro dellì’opera di Liegi. || Domani, il teatro Verdi riparte. Da Mozart, da quel “Bastiano e Bastiana” rivisto e ampliato, che prenderà il nome di “Mozartiade”, e resterà in scena fino al 16 settembre. Lo spettacolo, che vede Andrea Binetti impegnato anche come regista, è stato presentato stamani dai vertici del teatro lirico triestino.Ma, com’è noto, il sovrintendente del Teatro Verdi, Stefano Pace, lascia Trieste alla volta di Liegi, per dirigere l’opera de la Wallonie. Quella odierna è stata la sua ultima uscita pubblica cittadina: e il sindaco Dipiazza ha voluto essere presente per ringraziare Pace della forte spinta data al teatro. Pace, dal canto suo, ha rilevato come il Verdi non si sia mai fermato nonostante la pandemia, e sia orientato verso nuove spinte artistiche, com’è testimoniato dalla campagna abbonamenti 2022, iniziata da qualche giorno con ottimi riscontri.L’attività del Teatro Verdi per il 2021 proseguirà in ottobre con una “Madame Butterfly” che si annuncia ricca di sorprese, con il divertissement “Pasticci a Trieste” di Gnecco e con con una nuova messa in scena de “Il barbiere di Siviglia”. Per chiudersi con i concerti di Natale e di fine anno. – Intervistati stefano pace (sovrintendente teatro verdi) (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(3oFEkzQwZ-s)finevideoid-categoria(tg)finecategoria