18/09/2021 TRIESTE – E alla risoluzione approvata dal Senato per il porto extradoganale guardano con grande interesse gli operatori del settore. Abbiamo sentito il presidente degli spedizionieri || Il pur incoraggiante sviluppo del porto di Trieste non può essere infinito e la meccanizzazione sempre maggiore del lavoro rischia di frenare la crescita dell’occupazione. Ecco perché è importante aumentare la produzione industriale. In qualità di operatori privati, gli spedizionieri ripongono grandi speranze nella risoluzione con cui il Senato e il Governo italiano chiedono all’Europa il riconoscimento del regime extradoganale per il porto. Stefano Visintin, alla guida di Confetra Friuli Venezia GiuliaGli imprenditori sperano ora in tempi certi e possibilmente brevi. – Intervistati STEFANO VISINTIN (PRESIDENTE CONFETRA FVG) (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(NSgTKckB8dw)finevideoid-categoria(tg)finecategoria