21/09/2021 TRIESTE – Il prossimo anno ricorre il trentennale della morte del giudice Borsellino e della sua scorta, nella quale c’era il triestino Eddi Walter Cosina. Il candidato sindaco di Futura Bandelli propone di dedicargli una strada in città. || Il 19 luglio del 2022 ricorrerà il trentesimo anniversario dell’omicidio del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta, della quale faceva parte anche il triestino Eddie Walter Cosina. Il movimento Futura, attraverso il candidato sindaco Franco Bandelli, lancia la proposta di intitolargli una via in città. Un gesto simbolico in un momento in cui a Trieste accadono episodi, come la sparatoria in pieno centro, che devono far alzare la guardia contro ogni forma di criminalità organizzata. Dopo la Strage di Capaci, la carenza di agenti di scorta in Sicilia aumentò la richiesta in tutta Italia, e Cosina accettò di spostarsi a Palermo.Non essendo in servizio, il 19 luglio, un collega giunse da Trieste per dargli il cambio, ma Cosina lo lasciò riposare prendendo servizio al suo posto. . Fu così che, a soli 30 anni, rimase ucciso nella Strage di via D’Amelio a Palermo,lasciando la moglie Monica. L’intitolazione, ha spiegato Bandelli, sarà oggetto di una mozione urgente nel primo giorno utile nella nuova amministrazione – Intervistati FRANCO BANDELLI (CANDIDATO SINDACO FUTURA) (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(e1z7f-ddyt8)finevideoid-categoria(tg)finecategoria