15/10/2021 TRIESTE – Tre equipe mediche hanno salvato la vita a una 37enne incinta all’ottavo mese che è entrata improvvisamente in coma. La tempestività dei soccorsi ha permesso di far nascere in sicurezza il bimbo e di stabilizzare la donna, che si trova ora in prognosi riservata || E’ stata provvidenziale la tempestività d’intervento del 118 triestino, dell’equipe del Burlo e dell’ospedale di Cattinara per salvare la vita a una mamma partoriente entrata in coma. Ieri mattinaintorno alle ore 20 il 118 di Trieste è intervenuto a casa di una 37enneall’ottavo mese di gravidanza per uno stato di coma improvviso. Gli operatori vista la gravità della situazione l’hanno stabilizzata, intubata e hanno immediatamente attivato tramite la Sala Operativa Regionale Emergenza Sanitaria l’équipe ostetrico-ginecologico del Burlo Garofolo.Grazie al coordinamento tra SORES e le tre équipe del 118, del Burlo Garofolo e dell’Ospedale di Cattinara, la paziente è stata immediatamente trasportata in condizioni stabili all’Ospedale triestinodove dopo le prime indagini è stata sottoposta a un intervento di cesareo urgente. Massima cura è stata garantita sia al nascituro che alla partoriente: è nato un maschio, in buone condizioni di salute che è stato subito trasportato con termoculla al Burlo Garofolo. La mamma è stata in seguito sottoposta a un intervento neurochirurgico ed è attualmente in prognosi riservata in rianimazione.Come già detto, questo tragico evento ha messo in luce un aspetto prioritario: la tempestività d’intervento nonché la preparazionedel personale chiamato in causa. (Servizio di Bernardo Gulotta)


videoid(1bEvhZlNCP0)finevideoid-categoria(tg)finecategoria