17/11/2021 MONFALCONE – Il tar ha dato ragione al Comune di Monfalcone e ha respinto l’impugnazione della società A2A di una delibera che mirava, tra l’altro, a impedire la riconversione della centrale elettrica. || Il Tribunale amministrativo regionale, con sentenza, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato a settembre da A2A Energiefuture spa. I legali della società avevano richiesto, oltre alla sospensiva in prima battuta, l’annullamento della deliberazione numero 22 del Consiglio comunale, votata il 31 maggio scorso, con la quale l’amministrazione approvava le direttive urbanistiche per la predisposizione del nuovo Piano regolatore. In particolare ponendo un vincolo di salvaguardia, ai senti di legge, per <> e <>. Tra le varie considerazioni il Tar ha decretato l’inammissibilità per <>. Sempre il giudice ha evidenziato come il progetto di riconversione in atto sia sottoposto a una autorizzazione unica, procedimento di competenza del Ministero dello sviluppo economico, il cui rilascio fa effetto di variante urbanistica. E’ stato sottolineato che il potere di governo del territorio, in ogni caso, <>. Il Comune di Monfalcone si era opposto al ricorso con l’avvocato Teresa Billiani. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(65eOu_oHrKw)finevideoid-categoria(tg)finecategoria