25/11/2021 TRIESTE – La risposta della Commissione europea alla risoluzione del senato per riconoscere l’extradoganalità del porto di Trieste fa accendere un campanello d’allarme: lo dicono i consiglieri di Punto Franco Russo e Pasino, che lanciano un appello alla politica. || Un campanello d’allarme, quello lanciato dai consiglieri di Punto Franco Francesco Russo e Alberto Pasino, per scongiurare il blocco delle opportunità di sviluppo del Porto di Trieste. A settembre il Senato aveva approvato una risoluzione che apriva alla possibilità di veder riconosciute le prerogative dell’Allegato Ottavo del trattato di pace e tutta la questione relativa ai punti franchi. Ma il 18 novembre, la Commissione europea ha dato una risposta che mette in bilico questo riconoscimento. Di qui l’appello alla politica, ma non solo, a muoversi subito per difendere un patrimonio di opportunità. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(cvJGWDId_ZY)finevideoid-categoria(tg)finecategoria