08/12/2021 TRIESTE – Con le aperture degli impianti sullo Zonconlan, a Sappada e a Forni, riparte la stagione sciistica del Friuli Venezia Giulia. Tutti operativi da oggi gli impianti gestiti da Promoturismo FVG: fino al 15 gennaio varranno le regole del decreto nazionale che prevede il green pass in zona bianca e gialla per gli impianti coperti; in zona arancione si scia solo con il super green pass in tutti gli impianti || A partire da oggi gli amanti di sci alpino, sci di fondo, snowboard, ciaspolate e così via troveranno soddisfazione in virtù dell’apertura di tutti i comprensori sciistici del Friuli Venezia Giulia gestiti da PromoTurismoFVG.Già sabato in realtà in alcune località aveva preso il via la stagione invernale grazie all’apertura degli impianti a Sella Nevea, Piancavallo e Tarvisio.Ebbene dopo venti mesi di stop anche lo sci riparte: a Sappada saranno aperti i campetti e la pista nera, per cui saranno in funzione i due skilift e la seggiovia Eiben Col dei Mughi, mentre chi sceglierà Piancavallo potrà utilizzare i tappeti per il campo scuola, oltre alla seggiovia Tremol 1, seggiovia Sole e seggiovia Casere, e si potrà scendere sulle piste Casere, Casere 3, Busa grande, Caprioli 3, Nazionale bassa. A Forni di Sopra si potrà sciare nei due campetti Davost: il tappeto rimarrà aperto fino al 12 dicembre, mentre seggiovie e piste Varmost 1 e 2 rimarranno aperte solo nel weekend (11 e 12) e poi in stand by fino al 18 dicembre. Sullo Zoncolan da domani sono praticabili le piste 3 e 4, la funivia di Ravascletto, i tappeti Lausc e Cima Zoncolan. Sulle Alpi Giulie, a Tarvisio, si scia sulla parte alta della di Prampero e nei campi scuola, sono aperti la cabinovia, la seggiovia e tre tappeti.La telecabina del Lussari rimarrà sempre accessibile ai pedoni, ma per gli sciatori sarà interdetta il 9 e il 10 – per l’innevamento artificiale delle piste – per poi riprendere regolare servizio anche per gli amanti delle discese sabato 11. A Sella Nevea da oggi si scierà fino a valle con l’apertura della pista Turistica. A causa della situazione epidemiologica e per una maggiore tutela della salute degli sciatori, quest’anno non si potrà acquistare il biglietto unico che consente di sciare a Sella e Bovec, dunque gli skipass emessi consentiranno di sciare solamente su uno dei due versanti, italiano o sloveno. Fino al 15 gennaio 2022 sono in vigore le linee guida che consentono (Servizio di Bernardo Gulotta)


videoid(jG2O8auHVmQ)finevideoid-categoria(tg)finecategoria