09/12/2021 TRIESTE – Ritorna anche quest’anno nella sededella Regione di Piazza Unità l’iniziativa “Un tesoro scponosciuto in un palazzo da scoprire”. Quest’anno è stata esposta una Madonna col bambino di Cima da Conegliano proveniente da Gemona. || E’ la Madonna con Bambino di Cima da Conegliano, uno dei maggiori esponenti della scuola veneta del Quattrocento, l’opera scelta quest’anno per essere esposta del palazzo della Giunta regionale , nell’ambito dell’iniziativa Un tesoro sconosciuto in un palazzo di scoprire, giunta alla quarta edizione. Abitualmente conservata nel museo civico di Gemona, l’opera è ospitata da oggi e fino al 9 gennaio nell’atrio della sede regionale di piazza Unità eccezionalmente aperta a pubblico. Tiziana Gibelli ass. regionale Cultura Tiziana Benussi pres. Fondazione CrTriesteCon l’obiettivo di riportare all’attenzione del pubblico opere di grande pregio sul tema della Natività, la rassegna è nata per iniziativa della presidenza e dell’assessorato alla Cultura della Regione e si avvale della collaborazione della Soprintendenza e delle fondazioni CrTRieste, Friuli e Carigo e del contributo organizzativo dell’Erpac. Anna Del Bianco dir. gen ErpacGuido Comis dir. servizio ErpacLa madonna con Bambino di Cima da Conegliano giunse a Gemona verso la fine del 400: dipinta su tavola con clori a tempera, è probabilmente la prima di una serie che l’artista dedicò al bambino seduto in grembo alla madre nell’atto di acarezzarle il volto.Grazie al Fai regionale e al comune di Gemona sarà anche possibile scaricare tramite un Qr code la presentazione dell’opera raccontata da un giovane volontario del Fai. – Intervistati TIZIANA GIBELLI (ASSESSORE REGIONALE CULTURA), TIZIANA BENUSSI (PRESIDENTE FONDAZIONE CRTRIESTE), ANNA DEL BIANCO (DIRETTORE GENERALE ERPAC) (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(xNusTjQzCis)finevideoid-categoria(tg)finecategoria