08/01/2022 TRIESTE – Nel bilancio dell’attività della Polizia nel 2021 emergono i numerosi controlli sulle normative anti Covid, compresa la gestione delle manifestazioni “no green pass” di ottobre. || Sono quasi 277mila le persone controllate dalla Polizia nel 2021 nell’ambito degli accertamenti sul rispetto delle misure anti Covid-19. Di queste, 853 sono state sanzionate; 445 sono state invece le denunce per il mancato rispetto degli obblighi di quarantena. E’ quanto emerge dal bilancio annuale dell’attività della Questura di Trieste. Negli ultimi 12 mesi è stato potenziato il personale impegnato in attività ispettiva ed è stata intensificata l’attività di controllo del territorio, anche per l’accertamento del possesso del Green pass da parte dei cittadini. Sono stati controllati ben 13.700 esercizi commerciali e per 19 sono stati emessi provvedimenti di sospensione dell’attività, sia per inottemperanze in materia di Covid sia per problematiche di ordine e sicurezza pubblica. Le manifestazioni No Green pass organizzate in città durante l’autunno, con la partecipazione anche di 15 mila persone, secondo la Questura “non hanno avuto forti ricadute sull’ordine e la sicurezza pubblica, a riprova della tenuta della nostra ‘macchina’ e della capacità di fronteggiare situazioni complesse, nel giusto equilibrio dei diversi interessi in gioco”. In generale, nel 2021 gli Uffici della Questura di Trieste hanno effettuato complessivamente, a vario titolo, 180 arresti e 3.386 denunce in stato di libertà. La sala operativa ha gestito oltre 24.700 chiamate tramite il Numero Unico 112; 6.638 sono stati gli interventi effettuati. Nel dettaglio, la Squadra Mobile ha arrestato 94 persone e ne ha denunciate 96. Sono 12 inoltre gli Ammonimenti adottati dal Questore per condotte persecutorie che si aggiungono agli 84 avvisi orali, ai 41 fogli di via obbligatori e ai 26 Divieti d’accesso alle aree urbane. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(slkPeelYPFw)finevideoid-categoria(tg)finecategoria