TRIESTE – I DISEGNI DEL TIEPOLO DEL SARTORIO DOMANI A ‘TRIESTE IN DIRETTA’ || Il Museo Sartorio di Trieste, in Largo Papa Giovanni, possiede, fra l’altro, una collezione di 254 disegni di Gianbattista Tiepolo. Un corpus importante, su cui già aveva messo gli occhi il governo austroungarico nel 1916, cercando di trasportarli a Vienna. I disegni non vi arrivarono mai, si fermarono a Lubiana e vennero recuperati all’inizio della Seconda Guerra Mondiale. I disegni vengono richiesti molto spesso in occasione di mostre dedicata al grande artista veneto, non ultima quella organizzata poco più di un anno fa al Grand Palais di Parigi. I disegni del Sartorio possono essere considerati, in alcuni casi, preparatori per i grandi affreschi che Tiepolo realizzò in tutta Europa. Accanto ad essi, però, vi sono bozzetti e caricature decisamente più intimi, dove il pittore dimostra di saper possedere una tecnica meno magniloquente e più quotidiana e nei quali è evidente un giuoco di sottrazione. Resta comunque evidente, e meravigliosamente essenziale, l’utilizzo della luce, pur se in disegni fondamentalmente monocromatici, che riesce a dare corpo ai personaggi e, paradossalmente, colore soprattutto alle caricature. Fra l’altro, ci sono due disegni che raffigurano Pulcinella e che incontrano un gusto più “basso”, per certi aspetti inusuale nell’autore. Dei disegni di Tiepolo tratterà il segmento esterno della puntata di domani di “Trieste in diretta”. (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(qa1eNEFOVXk)finevideoid-categoria(tg)finecategoria