TRIESTE – DUE RAGAZZE DENUNCIATE PER FURTO AGGRAVATO || Tre notizia di cronaca raccolte in un unico servizio.

– Due ragazze denunciate per furto aggravato in concorso. E’ successo ieri mattina in via Giulia.
Degli agenti di polizia locale in borghese hanno notato tre ragazze che, con fare sospetto, si stavano aggirando tra la folla in particolare osservando alcune persone anziane.
Gli agenti hanno deciso di seguire le sospettate fino a un grande magazzino di viale xx settembre: le tre si stavano ripetutamente soffermando davanti al reparto bigiotteria avvicinandosi ai prodotti e cercando di coprirsi a vicenda.
Dopo un po’ le ragazze si sono dirette verso l’uscita, ma hanno trovato gli agenti della polizia locale ad attenderle. A un primo controllo gli operatori le hanno identificate, scoprendo che due di loro, maggiorenni di 19 e 21 anni, l’altra è una minorenne di 16 anni, avevano già numerosi precedenti per rapina, furto con strappo e furto in abitazione. Pochi mesi fa una di loro era anche stata arrestata proprio per uno di questi reati. Alle ragazze, portate in caserma, gli agenti hanno trovato diversi prodotti rubati dal brande magazzino per un valore di 70 euro, occultati sotto i vestiti.
Le due ragazze maggiorenni sono state denunciate.

– Sanzionato per ubriachezza molesta e perché non rispettava le norme anti-Covid.
Il protagonista della vicenda è un macedone di 44 anni, residente però a Trieste. L’uomo ieri pomeriggio si trovava in un bar a Barcola intorno alle 16. Il 44enne è entrato nel locale barcollando e chiedendo un bicchiere di vino per scaldarsi. La banconiera, vedendolo in quelle condizioni, lo ha gentilmente invitato a allontanarsi, ma senza risultato. A quel punto la donna ha chiamato i carabinieri e , al loro arrivo, l’uomo è stato nuovamente invitato a lasciare il bar. A quel pun9t il macedone si è abbassato la mascherina pretendendo di essere servito e, inoltre, impediva ai clienti di avvicinarsi per comprare le sigarette. Motivo per cui i militari lo hanno portato in caserma e lì è stato sanzionato. Sia perché non portava correttamente la mascherina, sia per ubriachezza molesta.

– Incidente ieri pomeriggio alle 18: una 65enne a bordo della sua Renault Kangoo si trovava sulla strada che porta da Sales a Samatorza, nel comune di Sgonico. La donna ha perso il controllo della macchina ed è finita contro un palo Telecom, finendo poi la sua corsa a lato strada nella boscaglia. La 65enne ha riportato delle contusioni al torace ed è stata portata a Cattinara. Sul posto, per i rilievi, è giunta una pattuglia dei Carabinieri di Aurisina. A rimettere in piedi il palo, invece, ci hanno pensato i vigili del fuoco del distaccamento di Opicina. (Servizio di Gianluca Paladin)


videoid(V71w_tMUOFk)finevideoid-categoria(tg)finecategoria