TRIESTE – PERDITA DI GREGGIO DA UNA CONDOTTA SIOT: ALLARME IN ZONA INDUSTRIALE || Allarme stamani nella zona del canale navigabile per una fuoriuscita di greggio nell’area Siot. L’incidente, come comunicato dalla stessa società, è avvenuto alle 9.25 nell’ambito delle operazioni di carotaggio legate ad analisi dei terreni in zona induistriale, nel corso delle quali è stata danneggiata una condotta che trasferisce il greggio dal Terminale Marino al Parco Serbatoi dell’oleodotto . Lo sversamento si è verificato in un terreno nei pressi di via Errera, e non in mare, come si era temuto inizialmente.
Le squadre sul posto hanno immediatamente avviato le procedure di emergenza.
Le operazioni di contenimento si sono concluse poco prima delle 3 del pomeriggio: prima il blocco del pompaggio lungo la condotta interessata, quindi la depresurizzazione della stessa, avvenuta inizialmente con lo svuotamento via autobotte e a seguire con la realizzazione di un bypass che è entrato in funzione alle 2 e ha avviato il greggio in una diversa linea dell’oleodotto. E’ stata infine avviata la terza fase delle operazioni, svolte tutte in sicurezza, che prevede uno scavo per svolgere le riparazioni della tubazione. L’oleodotto SIOT-TAL è operativo e ha continuato la propria attività utilizzando le altre linee di trasferimento.
“Stiamo operando con massimo impegno per ripristinare la conduttura nel tempo più breve possibile – ha dichiarato il Presidente della SIOT e General Manager del Gruppo TAL Alessio Lilli – e nel contempo abbiamo avviato approfondimenti per verificare la dinamica di quanto accaduto e stimare l’entità dello sversamento nel terreno circostante la condotta che ci risulta contenuta grazie all’immediato intervento. Lilli ha quindi ringraziato le squadre coinvolte e gli operatori dell’indotto di SIOT che hanno prontamente reagito secondo le procedure. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(52_GdV4Qqr8)finevideoid-categoria(tg)finecategoria