TRIESTE – VIOLENTO TERREMOTO IN CROAZIA: DISTRUTTA PETRINJA, MORTA UNA RAGAZZINA || La terra ha tremato di nuovo in Croazia. Questa volta con una scossa violentissima: 6.4 di magnitudo (per intenderci quella del 76’ in Friuli fu di 6.5). L’epicentro a sudest di Zagabria, nella stessa zona del terremoto di ieri mattina all’alba. Distrutto il centro storico di Petrinja, cittadina con poco meno di 25mila abitanti, dove crolla anche un asilo e si diffonde – poco dopo – la notizia di un prima vittima: una ragazzina di 12 anni. Non c’è tempo nemmeno per piangere, perché tutti si mettono a scavare per soccorrere i concittadini sotto le macerie.
“Katastrofa” si distingue dall’audio ambientale delle prime immagini postate sul sito del quotidiano Vecernij List: letteralmente “Disastro”. Si ferma precauzionalmente anche la centrale nucleare di Krsko in Slovenia: l’impianto dista poche decine di chilometri da Zagabria, anche lì la terra ha tremato ma non si riscontrano danni. Nella capitale croata scendono tutti in strada, la città vive un’evacuazione generale. Ma è nelle zone rurali che il sisma ha colpito più duro facendo cadere tetti e crollare abitazioni. Il terremoto è stato avvertito in quasi tutt’Italia: a Trieste, Gorizia e Udine molti palazzi hanno tremato riportando alla mente infausti ricordi. La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia è pronta a fare la sua parte. Esattamente come il 22 marzo scorso, in pieno lockdown, quando si registrò l’altro terremoto che colpì Zagabria. (Servizio di Marco Stabile)


videoid(3qdQ6lI8PUE)finevideoid-categoria(tg)finecategoria