TRIESTE – GIORNATA PACE, L’ARCIVESCOVO: MARIA ACCOMPAGNA SEMPRE CHI CREDE” || Com’è uso, ogni primo gennaio il papa consegna, a chi ha responsabilità di governo e in definitiva a tutti noi, un messaggio: che quest’anno si articola in una riflessione sulla vocazione umana alla cura; dell’altro e della sua dignità, del bene comune, del creato, bussola per una rotta comune che superi le asperità della cultura dello scarto.
Anticipato da un intervento del presidente dell’Azione Cattolica triestina Arturo Puccillo, il messaggio del Papa è stato al centro dell’Omelia che l’arcivescovo di Trieste monsignor Giampaolo Crepaldi ha pronunciato ieri durante la Solenne celebrazione della 54ma Giornata Mondiale della Pace, trasmessa in diretta da Telequattro.
Nella prospettiva del pontefice, ha detto monsignor Crepaldi, la cultura della cura, intesa come aver cura, risulta essere un antidoto salutare, ed un efficace risposta alle drammatiche conseguenze che la pandemia sta avendo sulle vite di tutte.
In un simile contesto, si inserisce la figura della Vergine Maria, cui guardare per proseguire verso un nuovo orizzonte di amore, pace, fraternità, solidarietà, sostegno vicendevole ed accoglienza reciproca.
Inoltre, ha sottolineato l’arcivescovo Crepaldi, la nostra fede di popolo credente, lega la nascita di Gesù alla divina maternità di Maria, considerandoli due aspetti dello stesso mistero dell’Incarnazione del Verbo divino. (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(dZfSSjHlRgI)finevideoid-categoria(tg)finecategoria