TRIESTE – RECOVERY PLAN: 388 MILIONI PER LO SVILUPPO DEL PORTO DI TRIESTE || 388 milioni per lo sviluppo del porto di Trieste. E’ quanto prevede lo schema del governo per accedere ai fondi europei del Recovery Plan. Lo riporta oggi il Piccolo, citando la testata specializzata Shipping Italy che pubblica il piano nazionale relativo ai porti. In primo piano l’investimento da complessivi 880milioni di euro destinato a porti e intermodalità collegata alle grandi linee di comunicazione europee. Se è Genova a fare la parte del leone con 500 milioni, Trieste dovrebbe poter contare su 388 milioni per il potenziamento della piattaforma logistica con lo sviluppo dei collegamenti retroportuali, anche a seguito dell’accordo strategico stipulato con Hamburger Hafen und Logistik che proietta ancor più Trieste nello scenario internazionale.
Tra gli investimenti citati, la futura banchina ungherese per quanto attiene l’aspetto ambientale, e poi la costruzione della nuova stazione di Servola e delle infrastrutture ferroviarie e stradali di collegamento del terminal di terra, dragaggi dei fondali e ancora il potenziamento del sistema ferroviario del porto.
Una parte dei finanziamenti dovrebbe essere destinata al progetto di elettrificazione delle banchine.
Il documento non è stato ancora approvato, ma si tratterebbe del più imponente investimento pubblico sul porto di Trieste. (Servizio di Redazione Medianordest)


videoid(gKb8XHNGPNI)finevideoid-categoria(tg)finecategoria