TRIESTE – REPORT CARABINIERI 2020: PIU’ ARRESTI E AUMENTANO SCIPPI E FURTI DI SCOOTER || Bilancio di fine anno dei carabinieri di Trieste, che hanno così illustrato i risultati conseguiti nel 2020.
Nella provincia del capoluogo giuliano è stato registrato un forte decremento di diversi reati (-19,4%), complice il periodo pandemico e le restrizioni ai movimenti sul territorio.
Spicca però il dato sui furti, la cui diminuzione sfiora il 40%; più che dimezzati i borseggi (-54,8%) e i furti a danno degli esercizi commerciali (-52,6%); così come sono ai minimi livelli i furti nelle abitazioni (-46,5%).
Un dato che va in controtendenza è quello relativo agli scippi: ne sono stati commessi 15, a Trieste nel 2020, 4 in più rispetto all’anno precedente. Vera e propria impennata i furti di scooter, che registrano un aumento di più del 25%.
In sensibile calo, poi, tutti gli altri reati quali rapine, danneggiamenti, lesioni, percosse minacce e violenze.
Da segnalare, infine, che, nonostante i periodi di lockdown e un conseguente maggior acquisto di prodotti tramite i servizi internet, anche le truffe e le frodi informatiche sono calate del 17% rispetto all’anno precedente.
In aumento, invece il numero di arresti, soprattutto in abito di stupefacenti (+14,4%). (Servizio di Gianluca Paladin)


videoid(sdmSTzy1VyE)finevideoid-categoria(tg)finecategoria