15/01/2021 TRIESTE – SEQUESTRO CUCCIOLI, ORA SI CONTRABBANDANO ANCHE TAGLIE PIU’ GRANDI || Sono di razza pregiata anche gli ultimi cuccioli contrabbandati in Italia da trafficanti senza scrupoli, provenienti dall’Europa dell’Est, per essere rivenduti illegalmente, e a caro prezzo, nel nostro territorio.
La Guardia di Finanza di Gorizia, nel corso del 2020, complessivamente ha sottratto a quella che, per certi aspetti si può considerare una tratta, 220 cuccioli appartenenti a 25 razze diverse. Gli animali, privati dell’allattamento materno, stipati in cartoni, gabbie trasportini di modeste dimensioni, sistemati nel fondo dei vani carico dei veicoli ed occultati da altre merci, spesso non giungono vivi nel nostro paese. I veterinari che supportano i militari nell’attività di servizio, spesso diagnosticano traumi significativi in molti esemplari sopravvissuti: traumi che possono portare conseguenze anche gravi, in età adulta.
E’ un mercato lucroso, che fa gola alle gang criminali e punta su una serie di ragioni: soprattutto quella di avere, presto, un animale tutto per sé, ad un prezzo minore rispetto a quello praticato dagli allevatori che in ogni caso garantiscono soprattutto la salute dell’animale.
Generalmente, i cuccioli contrabbandati appartengono a razze di taglia medio-piccola. Di recente, però, alcuni sequestri hanno consentito di rinvenire cuccioli appartenenti a razze di taglia più grande.
I cuccioli sequestrati sono affidati ai canili gestiti da ASUGI e dall’AIPA per ricevere le cure necessarie. Quindi vengono dati in affidamento. (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(xZxEFTe6AQ4)finevideoid-categoria(tg)finecategoria