20/01/2021 TRIESTE – SENTENZA COOP, PARLANO I SOCI: “NOI 17MILA GLI UNICI COLPEVOLI” || “Tutti assolti, siamo noi gli unici colpevoli”
C’è amarezza nelle parole di Caterina Caiaffa che, fin dalla doccia fredda di quel 17 ottobre di 6 anni fa, è diventata il punto di riferimento per i 17mila soci vittime del crac delle Cooperative operaie. Un crac senza colpevoli, secondo la sentenza di ieri, che lascia l’amaro in bocca ai tanti che ancora attendono di riavere i propri risparmi. Le fa eco Francesco Palumbo, al suo fianco nel comitato di tutela degli ex soci.
Sul fronte del recupero di quanto stabilito con il concordato, le speranze dei soci di riavere più dell’81 per cento dei loro depositi si affievoliscono, dopo la vendita del “pezzo forte” del patrimonio Coop, la sede di via Caboto, a un prezzo di molto inferiore a quello di partenza, 1milione800mila euro, alla società PSM Logistica srl di Trieste. Rimangono ancora da piazzare due immobili minori, uno nella periferia di Pordenone, l’altro a Roveredo in Piano. E anche sui ristori previsti dalla Regione e congelati dalla pandemia Covid al momento non ci sono novità. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(my4zf6ttoVI)finevideoid-categoria(tg)finecategoria