23/01/2021 TRIESTE – ADDIO A DADO LOMBARDI: A TELEQUATTRO CONSACRO’ LA STELLA RICH LAUREL || La promessa a coach Dado Lombardi il genio del basket Rich Laurel la mantenne eccome: quell’Hurlingham volò nella massima serie. E’ questo il Dado che a Trieste tutti ricordano: un personaggio unico nel suo genere, burbero e scherzoso, urlatore e abile (anche con qualche bluff) a gestire talenti e situazioni complesse.
Fu l’allenatore che aprì la nuova epopea della palla a spicchi giuliana. Non era più pallacanestro ma basketball, gli americani facevano impazzire di gioia Chiarbola con attorno un nucleo di talenti – nostrani e non – foltissimo: da Meneghel a Baiguera, Da Tonut a Ritossa, sino a Pieri, Pozzecco, Scolini e tanti altri.
Il livornese – che da giocatore fu inserito nel quintetto ideale delle Olimpiadi del ‘60 a Roma e fu per due volte miglior realizzatore del campionato italiano con la Virtus – da allenatore di Trieste conquistò due promozioni in A1 trasformando l’appuntamento in palazzetto in fenomeno sociale, un vero e proprio innamoramento collettivo.
E’ scomparso a 79 anni lasciandoci in dote, soprattutto, la sua grande umanità. Dal 2007 è inserito nell’Hall of Fame italiana del basket. Il Comune di Trieste, per voce dell’assessore allo Sport Giorgio Rossi, potrebbe presto dedicargli una struttura sportiva della città. (Servizio di Marco Stabile)


videoid(wrVP8rjR1Q8)finevideoid-categoria(tg)finecategoria