23/02/2021 MONFALCONE – TENTATO OMICIDIO A MONFALCONE: ANCORA GRAVE L’ANZIANA COLPITA DAL FRATELLO || Era nato a Fiume 86 anni fa e viveva a Monfalcone dal 2010 Luciano Bozina, che domenica sera ha tentato di uccidere la sorella 91enne Nadia colpendola alla testa e si è poi suicidato soffocandosi con un sacchetto. La donna è ancora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Cattinara e i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Entrambi esuli fiumani, i fratelli, dopo percorsi di vita diversi che avevano portato lui in vari centri della regione – da ultimo a Grado e Staranzano – e lei addirittura negli Stati Uniti, si erano ricongiunti qualche anno fa per andare a vivere vicini, in due appartamenti sullo stesso pianerottolo al quinto piano del palazzo che affaccia su piazza Dante, in centro a Monfalcone. La vicenda ha suscitato incredulità e cordoglio in città. La tragedia è maturata in un contesto di sofferenza, proprio nel momento del cambio di turno tra le due badanti che si occupavano degli anziani. Pare che una recente operazione avesse reso Luciano particolarmente ansioso di non potersi più prendere cura dell’amata sorella. Il sindaco di Monfaclone Anna Maria Cisint ha confermato che i due anziani non si erano mai rivolti ai servizi sociali del comune, non avevano mai chiesto aiuto (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(e-Jiy2AhBJI)finevideoid-categoria(tg)finecategoria