26/02/2021 TRIESTE – “BASTA VANDALISMI AL GIARDINO DI VIA BOCCACCIO” || Anastasia Doglia abita in via Boccaccio, ed è giustamente orgogliosa del giardino, intitolato alla pittrice Leonor Fini, incastonato fra le vie Ariosto e Gazzoletti e circondato da eleganti esemplari di architettura prevalentemente del Primo Novecento.
Un giardino che, esattamente secondo l’intento originario, è frequentato proprio da chi abita in zona.
C’è però un problema, che purtroppo riguarda numerose realtà consimili. Da qualche tempo, la zona è oggetto di atti di vandalismo, soprattutto per quanto riguarda l’area giuochi destinata ai più piccoli: anche se, per esempio, è evidente che qualcuno deve essersi accanito contro le staccionate che delimitano l’area dedicata allo sgambamento dei cani.
Spesso, soprattutto di notte, il giardino è facile meta di sbandati (che in zona non mancano neppure di giorno, come si po’ vedere da queste immagini), se non di gang di malintenzionati (soprattutto stranieri), che non si accaniscono solo contro l’area verde, ma anche contro le automobili parcheggiate, o contro i motocicli.
Chi utilizza il giardino, da tempo, chiede, e ribadisce attraverso Telequattro, che vi siano maggiori controlli: e due, sarebbero, i modi. (Servizio di Umberto Bosazzi)


videoid(D0OubpWthDY)finevideoid-categoria(tg)finecategoria