11/03/2021 TRIESTE – UNA SPERANZA PER IL PICCOLO ANTONIO: OK ALLA TERAPIA CONTRO LA SMA || Una nuova speranza per il piccolo Antonio e per i bimbi che hanno la sua stessa malattia. Il bambino monfalconese di 3 anni e mezzo, affetto da una malattia rara e invalidante, la Sma 1, ha diritto a utilizzare gratuitamente la terapia genica ZolgenSma, dalla quale finora era escluso per aver superato il limite d’età, che in Italia è di 6 mesi.
L’Agenzia Italiana del farmaco ha dato il via libera definitivo alla rimborsabilità a carico del sistema sanitario della terapia, che ha costi altissimi, per tutti i bambini affetti da Sma che non superano i 13 chili e mezzo di peso. Una vittoria che arriva al termine di un percorso iniziato lo scorso maggio con l’azienda Novartis che produce il farmaco. Grazie all’impegno e alle sollecitazioni dei genitori di Antonio, si erano mossi in suo favore anche il mondo della politica e dello sport, in una vera gara di solidarietà, che ha coinvolto il sindaco di Monfalcone Annamaria Cisint, il cestista della Reyer Venezia Stefano Tonut, il consigliere regionale Giuseppe Nicoli, la consigliera comunale Monica Canciani, il gruppo Facebook NIMDVM.
L’accordo tra Aifa e Novartis supera quindi la regola italiana che concede il rimborso della terapia da due milioni di euro solo ai bimbi fino a 6 mesi d’età e include anche l’impegno della società a mettere a disposizione il costoso farmaco all’interno di studi clinici per i bambini con un peso compreso tra i 13,5 e i 21 chili di peso. Si apre così la speranza non solo per Antonio ma anche per tanti bambini italiani con la stessa patologia. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(u5958mAb8NE)finevideoid-categoria(tg)finecategoria