12/03/2021 TRIESTE – CASSA INTEGRAZIONE E STOP AI LICENZIAMENTI SALVANO L’OCCUPAZIONE IN FVG || Nel 2020, la cassa integrazione e il blocco dei licenziamenti hanno salvato l’occupazione in Friuli
Venezia Giulia, unica regione italiana che nell’anno della pandemia ha fatto segnare aumento, pari al +0,4%, sul 2019. Il dato è emerso dall’indagine Ires Fvg su dati Istat, rielaborati dal ricercatore Alessandro Russo. Con 513.600 occupati, il Fvg ha registrato una crescita di 2.100 unità rispetto al 2019, mentre il Veneto ha fatto segnare un calo del -2,4%, l’Emilia Romagna del -2,1%, il Trentino Alto Adige del -2%. Nell’intero 2020, infatti, in Fvg sono state autorizzate 69,3 milioni di ore di Cig, a cui si devono sommare 24,8 milioni di ore dei fondi di integrazione salariale.
In termini di tipologie, nel confronto con il 2019 appare cresciuta solo l’occupazione dipendente a tempo indeterminato, mentre continua il calo degli occupati indipendenti (97.000 nel 2020), il cui numero negli ultimi 5 anni è diminuito di quasi il 10%. A livello territoriale, solo l’ex provincia di Trieste presenta un deciso incremento, mentre nelle altre aree le variazioni sono di modesta entità. (Servizio di Marco Stabile)


videoid(84Ffq4fQnRw)finevideoid-categoria(tg)finecategoria