29/03/2021 TRIESTE – SLOVENIA IN LOCKDOWN DAL PRIMO AL 12 APRILE: SPOSTAMENTI LIMITATI DA OGGI || La Slovenia torna in lockdown pressoché totale dal primo al 12 aprile. Già a partire da oggi sono scattate alcune misure restrittive che il Governo di Lubiana ha adottato seguendo le raccomandazioni del comitato tecnico scientifico. Da stamane per i cittadini sloveni è in vigore in divieto di varcare i confini nazionali per recarsi in un Paese incluso nella lista rossa epidemiologica, che comprende anche Italia e Croazia. Rimangono le eccezioni per i lavoratori transfrontalieri, gli agricoltori con terreni a ridosso del confine e per gli studenti, in possesso di test anti-Covid effettuati nell’Unione europea al massimo sette giorni prima.
Ma da giovedì per la Slovenia il lockdown sarà quasi completo. Chiuse le scuole di ogni ordine e grado, tranne le classi con alunni che hanno bisogni speciali; aperti solo i negozi e i servizi giudicati indispensabili, come alimentari, farmacie, distributori di carburanti. Si ferma la pubblica amministrazione, mentre al settore privato c’è la raccomandazione di organizzare il lavoro da casa, dove possibile. Chiudono musei, biblioteche, , cinema e teatri e sono vietati eventi culturali. Non saranno consentiti i riti religiosi con la presenza di fedeli nemmeno per Pasqua. Salvo in casi eccezionali vanno rinviati anche i matrimoni. Torna anche l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. I trasporti pubblici torneranno a rispettare ogni giorno gli orari festivi. Gli spostamenti saranno consentiti ai cittadini soltanto nell’ambito loro regioni di residenza, tranne che la domenica di Pasqua, quando si potranno visitare parenti o amici (al massimo a un nucleo famigliare) in tutta la Slovenia.
Intanto, probabilmente proprio in vista della Pasqua, ieri sono state segnalate tante auto e roulotte italiane e slovene in coda al confine di Dragogna, dirette in Croazia (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(mQMOSBlp1ZE)finevideoid-categoria(tg)finecategoria