27/04/2021 TRIESTE – PORTO VECCHIO: BOSCO URBANO E VIALE CICLOPEDONALE CON I 40 MILIONI DEL RECOVERY || 19 milioni di euro per il bosco urbano, uno spazio verde lineare da realizzare tra la seconda e la terza fila di magazzini storici. 21 milioni per creare un viale monumentale alberato, con piste ciclabili e spazi pedonali, verso il mare, tra la prima e la seconda fila di edifici. Ecco come saranno impiegati i 40 millioni confermati dal Recovery Fund confermati da Governo per il Porto Vecchio, inserito nell’elenco dei Grandi attrattori culturali. Per ottenere i fondi, il Comune aveva inviato a Roma, già nell’autunno scorso, una serie di proposte progettuali, per un investimento complessivo di quasi 70 milioni di euro, legate soprattutto alla soluzione dei problemi infrastrutturali dell’antico scalo e mirate a recuperare strutture storiche e a creare nuovi collegamenti. I due progetti di maggiore interesse sono stati giudicati quelli che andranno a ridisegnare gli spazi aperti. Ecco allora che il bosco urbano si snoderà da Corso Cavour a viale Miramare verso Barcola, spiega l’ingegner Giulio Bernetti, responsabile del Territorio e ambiente del Comune, e così il viale con pista ciclopedonale che, oltretutto, consentirà la posa dei sottoservizi e delle reti tecnologiche per tutti gli altri magazzini. Sarà poi l’architetto austriaco Andteas Kipar a occuparsi del progetto, il cui iter partirà all’arrivo dei fondi.
Intanto è già pronto ad andare in gara il mese prossimo il progetto di viabilità dell’area tra la terza fila di magazzini e la ferrovia, già finanziato con 9 milioni di euro dei 50 in origine destinati dal Ministero al Porto vecchio di Trieste. (Servizio di Laura Buccarella)


videoid(CRljDC5yQpQ)finevideoid-categoria(tg)finecategoria