05/06/2021 TRIESTE – HANNO PAGATO 3500 EURO PER FARSI PORTARE IN ITALIA: ARRESTATO IL PASSEUR || Hanno pagato 3mila e 500 euro a testa per farsi trasportare in Italia attraverso la rotta balcanica. Ce l’avevano quasi fatta, ma i carabinieri di Aurisina li hanno intercettati mentre varcavano il confine.
Durante un servizio di retrovalico a Fernetti la pattuglia di militari ha controllato un’Audi con a bordo 5 persone.
L’uomo al volante, un cittadino Ucraino ma residente a Reggio Emilia, ha tranquillamente esibito i documenti e, con disinvoltura, ha detto che stava dando un passaggio a quattro escursionisti che aveva visto spuntare improvvisamente dal bosco poco fuori Sesana, in Slovenia.
I Carabinieri hanno chiesto i documenti anche ai passeggeri, ma nessuno di loro ne era provvisto.
I militari, insospettiti hanno quindi accompagnato tutti in caserma per accertamenti più accurati e, infatti, è venuta fuori una verità molto diversa dal racconto del cittadino Ucraino. I quattro passeggeri, un maggiorenne e tre minorenni bengalesi, avevano pagato 3mila e 500 euro ciascuno per raggiungere l’Italia. Il passeur che li ha condotti oltre confine per l’ultimo tratto del viaggio aveva ricevuto anch’egli una somma di denaro e istruzioni precise da parte di un connazionale: in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine, avrebbe dovuto rispondere che stava dando un passaggio a degli autostoppisti. Conclusi i controlli i militari hanno arrestato il passeur e i clandestini sono stati portati alle strutture d’accoglienza. (Servizio di Gianluca Paladin)


videoid(BMHChrqFWAQ)finevideoid-categoria(tg)finecategoria